I vincitori del nostro premio edizione 2022

 

Vince l’amore per la poesia

Conclusa a Tropea la XIX edizione del Premio Internazionale di Poesia

Tropea: Onde Mediterranee

 

Alla presenza della Commissione Esaminatrice, quest’anno costituita da: dott. Gaetano Antonio Bursese – magistrato, già presidente di Sezione della Corte Suprema di Cassazione, pittore, musicologo – presidente; ins. Maria Elena Garrì – insegnante scuola primaria di 1° grado – segretaria s.d.v.; sig.ra Serafina Grillo; m° Pasquale Lorenzo – musicista; dott. Francesco Naccari – medico e pittore; dott.ssa Rosalia Rotolo – medico e pittrice; che, sotto la guida oculata e attenta del presidente,  ha lavorato con molta serietà, obiettività e competenza, si è conclusa nella grande sala di Palazzo Santa Chiara a Tropea, gremita di poeti, cultori della poesia, giovani e studenti, la XIX edizione 2022 del Premio Internazionale di Poesia “Tropea: Onde Mediterranee”.

Pur con innumerevoli sofferenze d’ogni genere e con enormi difficoltà economiche e finanziarie, è stata realizzata una manifestazione di alto livello culturale, che ha ottenuto il plauso di chi vi ha partecipato ed è stata molto apprezzata anche sui social, che segna una pagina importante nella storia umana, sociale e letteraria della nostra cittadina.

Presenti le autorità cittadine (vice sindaco avv. Roberto Scalfari, presidente del Consiglio Comunale sig. Francesco Monteleone, assessore Erminia Graziano), del sindaco di Drapia sig. Alessandro Porcelli e del graditissimo ospite d’onore mons. Attilio Nostro, vescovo della diocesi di Mileto-Nicotera-Tropea, un momento di grande commozione si è avuto quando il presidente dell’Associazione, nel suo breve saluto, ha ricordato Pino Rombolà, amico sincero, socio generoso, da pochissimo tempo volato in Cielo in braccio al Signore.

Durante la manifestazione, riuscitissima in ogni particolare, presentata da Geraldyne Caracciolo e da Marcella Davola, il vescovo, mons. Attilio Nostro, ha rapportato la poesia alla preghiera e ha apprezzato moltissimo contenuti, tematiche e qualità delle poesie egregiamente declamate dai bambini delle scuole primarie e dai bravissimi Renato Albanese, Maria Elena Garrì, Sara Piccolo, Giusy Staropoli e da qualche autore per quanto riguarda le poesie in vernacolo.

Ad inizio di serata c’è stato il saluto del dott. G. A. Bursese, presidente della C.E., che ha in parte ripercorso la storia del Premio, uno dei più longevi e ambito nella Calabria, e ha espresso l’auspicio che possa durare a lungo.

Nel corso della manifestazione, gioiosamente rallegrata dalla giovanissima cantante Federica Lacquaniti di Briatico, che ha deliziato il pubblico con l’interpretazione di bellissime canzoni, molto applaudite, sono stati dati particolari riconoscimenti all’ospite d’onore, mons. Attilio Nostro, e al giornalista Tv Pasqualino Pandullo. Queste le motivazioni:

 

A Sua Eccellenza mons. Attilio Nostro – vescovo della diocesi di Mileto-Nicotera-Tropea

 

che, ritornato nella sua terra d’origine, in missione pastorale, illumina, come faro nella notte, di luce spirituale l’umano cammino delle nostre genti lungo il percorso verso la grazia di Dio, nell’umiltà, nella preghiera, nella fraternità, nella carità. A lui onore e lode per l’impegno continuo nella guida amorevole e paterna delle comunità che gli sono state affidate dal Santo Padre.  . 

Con riconoscenza.

 

A Pasqualino Pandullo – giornalista

 

come segno di stima e di gratitudine per l’attività che con tanta passione e con tanto amore porta avanti da moltissimi anni in qualità di giornalista, raccontando dagli schermi della Tv con obiettività professionale e con umana partecipazione le mille sfaccettature delle realtà locali che dominano le numerose comunità della nostra amata terra di Calabria, rendendo onore e lustro al nome della città di Tropea. 

Con riconoscenza.

 

Dopo l’intervento, dell’avv. Roberto Scalfari, vice sindaco della città, che ha portato i saluti del sindaco, avv. Giovanni Macrì, e di tutta l’Amministrazione, si è dato luogo alla premiazione. Di seguito l’elenco e le motivazioni (a cura della dott.ssa Rosalia Rotolo).

 

Poeti vincitori, finalisti e segnalati

delle diverse sezioni in cui si articola il Premio (titolo dell’opera, posizione conseguita, nome dell’autore, luogo di provenienza, motivazione):

Onda 1^ – settore A – Alunni scuola elementare

I colori della pace – 1° Posto – Antonio Grillo – Daffinà di Zambrone – VV

 

È il forte desiderio di un bambino di veder risplendere ancora l’arcobaleno della pace che con i suoi colori scaccia gli orrori della guerra.

 

Ditemi se questo è amore – 2° Posto – Francesca Barone – Tropea – VV

Nella pressante domanda “ditemi se questo è amore” c’è la risposta certa che violenza, lesione della libertà, mancanza di affetto non sono amore.

 

La guerra esiste e non è un gioco – 3° Posto – Cecilia Maiano – Tropea – VV

La guerra irrompe un giovedì con immagini di disperazione e determina la consapevolezza che non risolve, ma accentua i problemi tra i contendenti. Si alza un inno di pace “mettete dei fiori nei vostri cannoni”.

 

La pace, il cuore della terra – 4° posto – Nicolò Portaro – Vibo Valentia – VV

Papà – 5° posto – Carmen Lucia Simonelli – Tropea – VV

 

La guerra è… di Alessia Della Ratta – Sant’Agata dei Goti – Bn Menzione Speciale della Giuria

La pace di Teresa Marafioti – Vibo Valentia – VVMenzione Speciale della Giuria

 

Onda 1^ – settore B – Alunni scuola media inferiore

 

Guerra – 1° Posto – Daisy Caccavale – San Salvatore Telesino – Bn

Questi versi struggenti vedono giovani immolarsi per la loro patria e risorgere come spirito che non invoca vendetta ma perdono. I ragazzi ai quali è stata negata la felicità sperano in un futuro di libertà.

 

I fiori della diversità – 2° Posto – Agostino Santoro – Specchia – Le

La diversità è sublimata, trasformata in un vaso di fiori. La liberazione è nella possibilità di scegliere. C’è ancora una possibilità oltre il buio e la luce.

 

Non c’è presente senza passato – 3° Posto – Ferdinando Pugliese – Tropea – VV

Un monito ed un invito a riflettere. Una luce come guida per la vita. I sacrifici dei nonni non sono vani. Il brano suona come un autentico testamento da custodire e farne un tesoro per la vita.

 

Trincee – 4° posto – Marianna Stumpo – Tropea – VV

Vuoto – 5° posto – Claudia Grassini – Benevento – Bn

 

Notti d’inverno di Martina De Luca – Tropea – VV Menzione Speciale della Giuria

Scavare di Emanuele Cassiano – Tiggiano – Le Menzione Speciale della Giuria

Il mio porto di Antonio Cera – Taurisano – Le Menzione Speciale della Giuria

 

Onda 1^ – settore C – Alunni scuola media superiore

Figli del mare – 1° Posto – Giovanni Trentinella – Cosenza – Cs

Il padre diventa un nocchiero che guida il figlio nelle sfide della vita, indicando la rotta da percorrere, lo esorta a viaggiare senza porsi dei limiti apprezzando la quiete, la sincerità e la verità.

 

Notte senza stelle – 2° Posto – Ginevra Puccetti – Lucca – Lu

Un inno al pessimismo ed un grido disperato di salvezza che si apre alla speranza di un approdo dopo aver vinto i perigliosi marosi nel sonno ristoratore di novello naufrago su bianca e morbida spiaggia.

 

Spietato tempo – 3° Posto – Chiara Migliaccio – Orta di Atella – Ce

Il tempo che segna il cadente e calante percorso dei nostri sensi e la paura che presto giungerà l’epilogo del nostro essere, non potranno mai cancellare l’essenza del nostro vivere sopravvissuto nella dolcezza del ricordo e della memoria.

 

Vivere – 4° posto – Alessandro Francesco Cersosimo – Castrolibero – Cs

Luci – 5° posto – Gabriel Tagliabue – Cureglia – Svizzera

 

L’amicizia di Nicole Manfredini – Tropea – VV Menzione Speciale della Giuria

A te che sei verità di Pietro Vencia – Carolei – Cs Menzione Speciale della Giuria

Temporale di Alice Battagin – Pettinengo – Bi Menzione Speciale della Giuria

Se aprirai il tuo cuore di Emma Giacoia – Mendicino – Cs Menzione Speciale della Giuria

 

Onda 2^ – Poesia adulti

 

Siamo anime di carta nell’abisso – 1° Posto – Vittorio Di Ruocco – Pontecagnano – Sa

Una memoria ed una speranza accompagnate da una preghiera, che l’uomo si liberi finalmente dai demoni che da sempre lo attanagliano. In fondo si vede una luce foriera di un mondo finalmente redento.

 

Quel giorno che ho detto no! – 2° Posto – Savino Sarno – Barletta – Bt

Un inno alla vita ed all’amore. Il coraggio di sentirsi uomini capaci di amare. Il rifiuto della violenza che porta sorriso, colore e speranza.

 

Lo spiraglio – 3° Posto – Michele Celano – Gasponi di Drapia – VV

Una porta sempre aperta sinonimo struggente del dolore della partenza e della gioia dei ritorni. Il grigio dei giorni bui e piovosi ed i colori della primavera. La stagione dell’andare e del ritorno con uno sguardo sempre attento all’amore.

 

La mia terra – 4° posto – Caterina Zappia – Siderno – RC

La poesia – 5° posto – Renato Olivieri – Rimini – Rn

 

Vicoli di Mario Maio – Cosenza – Cs Menzione Speciale della Giuria

Sapore senza confine di Alessia Guarraci – Siracusa – Sr Menzione Speciale della Giuria

Figlio di questo tempo di Antonella De Luca – Genova – Ge Menzione Speciale della Giuria

Martire d’amore e carità di Michele Petullà – Vibo Valentia – VV Menzione Speciale della Giuria

S’illumina il cielo di Kiev di Velia Aiello – Rogliano – Cs Menzione Speciale della Giuria

Alla luna di Giovambattista Amendola – Nocera Terinese – Cz Menzione Speciale della Giuria

1970 di Mirella Palermo – Santo Stefano di Rogliano – Cs Menzione Speciale della Giuria

Il confine di Paolo Surace – Reggio Calabria – RC Menzione Speciale della Giuria

Calabria mia di Annunziata Mazzeo – Zaccanopoli – VV Menzione Speciale della Giuria

Mio nonno raccontava di Maria Accorinti – Nichelino – To Menzione Speciale della Giuria

Io mi dissocio di Giulia Molino – Limbadi – VV Menzione Speciale della Giuria

La morte di Anna Maria Giordano – Lomazzo – Co Menzione Speciale della Giuria

È misterioso il mare di Dante Marini – Campagnano di Roma – Roma – Rm – Menzione Speciale della Giuria

Onda 3^ – Poesia in vernacolo

 

Angelie a Lampedusa – 1° Posto – Giovanna Gizzi – Sulmona – Aq

In un mare “nire, cupe, nguastite” la sorte dei disperati sembra ormai dettata da forze oscure ed avverse, intervengono le braccia divine, che avvolgono e proteggono come quelle materne. Il coraggio li guiderà verso la salvezza.

 

E figlie songo comme a ll’aquilune – 2° Posto – Enrico Del Gaudio – Castellamare di Stabia – Na

Il volo di un aquilone è paragonato al distacco emotivo dei figli per raggiungere l’autonomia. È un allontanamento guidato, interiore ed indispensabile che avviene nel percorso della vita.

 

Ciangiu  ‘Sprumunti – 3° Posto – Carmelo Fiorino – Palmi – RC

L’Aspromonte ferito piange lacrime amare dopo l’incendio avvenuto nell’agosto 2021. L’autore vorrebbe bagnare con il suo pianto la terra arsa. Quelle ignote e vili mani hanno bruciato, con la vegetazione e la fauna, anche l’anima delle amate montagne.

 

21 Dicembri – 4° posto – Alessandra D’Agostino – Lamezia Terme – Cz

Nu nde lamentamu… – 5° posto – Marcello Nicoletti – Vernole – Le

 

Terra e acqua di Alfredo Panetta – Settimo Mil.se – Mi Menzione Speciale della Giuria

Pucresìa di Emilio De Roma – Pietradefusi – Av Menzione Speciale della Giuria

Pa sempri cu tia di Bruno Mobrici – San Cono di Cessaniti – VV Menzione Speciale della Giuria

‘A notti di Santu Lorenzu di Serafina Foti – Reggio Calabria – RC Menzione Speciale della Giuria

Onda 4^ – Poesia edita
Tempi di…versi – 1° Posto – Cinzia Pitingaro – Castelbuono – Pa

L’autrice Cinzia Pitingaro ha la capacità di meravigliarsi delle piccole cose come i fanciulli. Con sensibilità ed abilità veicola messaggi elevati sia dal punto di vista didattico-educativo che lirico ed estetico. Propone filastrocche che nella loro semplicità e purezza raggiungono tutti gli animi.

 

Di vento e d’acqua – 2° Posto – Rosa Tuccio – Satriano – Cz

I versi di Rosa Tuccio esprimono con viva e toccante musicalità il connubio esistente tra l’amore e le forze della natura. Esiste un legame ancestrale tra la sessualità e la terra. Solo chi ha conosciuto il dolore ed il buio saprà apprezzare l’amore nella sua interezza e la luce che emana.

 

Canto d’amore – 3° Posto – Rosanna Minei – Meta di Sorrento – Na

La poetessa Rosanna Minei ha una grande padronanza del verso. La sua lirica è spontanea e contemporaneamente elaborata. Nel suo “Canto d’amore” l’essenza del piacere trabocca dalla coppa di vino. Gli amanti fuggono via dal tempo danzando con le ore per cercare un luogo ideale per i loro incontri d’amore.

 

Melodia cosmica – 4° posto – Giuseppe Insolito – Caivano – Na

Penultimo – 5° posto – Laura Tonelli – Zelarino-Venezia – Ve
Papà Rosario di Anna Maria Giordano – Lomazzo – Co Menzione Speciale della Giuria

Io non scrivo poesie, racconto parole di Michele Pochiero – Polistena – RC Menzione Speciale della Giuria

Onda 5^ – Poesia d’Europa e del Mondo
In your eyes – 1° Posto – Teresa Scialpi – Pulsano – Ta

In un lampo nasce l’angoscia straziante di un figlio che, scrutando gli occhi della madre, percepisce il dolore che le provoca la guerra. “Ucciderò il tempo che ti ha fatto male”. La speranza che ritorni la pace riempie nuovamente di luce gli occhi.

 

Naked flesh – 2° Posto – Lucia Lo Bianco – Palermo – Pa

La donna che subisce violenza la percepisce come un marchio indelebile sulla pelle, ma un giorno sparirà la cicatrice; la crisalide diventerà farfalla ed il suo corpo di piombo risalirà intatto dal profondo degli oceani.

 

I am a woman of other times – 3° Posto – Maria Vittoria Massimo – Montreal – Quebec (Canada)

In questi versi si scoprono sentimenti del passato di donne che hanno in comune la tenerezza dell’umiltà. La donna che non rinnega i veri valori, che un tempo univano le famiglie.

 

The sea – 4° posto – Davide Caputa – Genova – Ge

The prime engine – 5° posto – Giuseppe Raineri – Bergamo – Bg

 

Isushena di Tatjana Crnevska – Levico Terme – Tn – Menzione Speciale della Giuria

 

Onda 6^ – Poesia di Tropea e dei Casali
La medaglia sul petto – 1° Posto – Vittoria Saccà – Tropea – VV

È la metafora amara di quel che avviene quotidianamente in tutto il mondo. Un esasperato realismo che si ammanta di poesia e di onore. Una lacerazione di sentimenti coniata in un freddo metallo. Una medaglia che racchiude un amore per la patria, pietà per i morti, la preghiera per la pace.

 

A duminica – 2° Posto – Maurizio Pantano – Ricadi – VV

Una simpatica descrizione di un mondo senza tempo, in parte scomparso. La vita del quotidiano raccontata con simpatica e gradevole ironia. Descrizioni ed osservazioni che toccano i vertici della poesia.

 

Mamma – 3° Posto – Carmela Costanzo – Brattirò di Drapia – VV

La legna, il fuoco, il pane, la madia ed una mamma che soffre in silenzio. Tutte le componenti di un amore eroico e sconfinato che solo una mamma può dare. Un tesoro da custodire in eterno nel cuore di un figlio che si fa forziere d’amore.

 

Il Poro – 4° posto – Annunziata Mazzeo – Zaccanopoli – VV

I confini dell’odio – 5° posto – Isabella Tropeano – Tropea – VV

 

La campana vecchia di Marcella De Luca – Tropea – VV – Menzione Speciale della Giuria

Ho parlato di te al vento di Domenico Papa – Tropea – VV – Menzione Speciale della Giuria

Il vento di Federica Furchì – Tropea – VV – Menzione Speciale della Giuria

Una sera in riva al mare di Franco Cuturello – Fitili di Parghelia – VV – Menzione Speciale della Giuria

 

A tutti loro, oltre al premio previsto dal regolamento, è stata consegnata la pregevole Antologia 2022 di ben 356 pagine curata dal prof. Pasquale De Luca, alla quale si è dedicato molto, con intensità e passione, l’editore Mario Vallone, che su di essa ha speso ore e ore di lavoro per consentire che la stessa potesse uscire in coincidenza della premiazione. A lui va un plauso e un ringraziamento particolare. Come un ringraziamento speciale va a tutti coloro che hanno consigliato, lavorato, incoraggiato a che il Premio potesse realizzarsi; alla Commissione Esaminatrice che ha messo impegno nell’esaminare e valutare le numerose opere pervenute a concorso; a tutti i soci che hanno lavorato intensamente dietro le quinte, alla stampa e ai blogger che hanno pubblicizzato l’evento, ai poeti che partecipano sempre più numerosi da ogni regione d’Italia e anche dall’estero; a Domenico Mantino che si è occupato dell’ambientazione generale, delle luci e dei suoni, contribuendo, in tal modo, alla buona riuscita della manifestazione. Un ringraziamento va anche a: Gerolamo Naso, pittore di Caria, che ha offerto un quadro; Ristorante “La Casareccia” di Brattirò, che ha offerto un pranzo/cena per due persone; distributore ESSO di Filandari, che ha offerto un buono benzina di € 50.00; Le Charme de l’Art di Carmelita Caruso di Taurianova, che ha offerto una collana artistica; Emporio AZ di Caria, che ha offerto un cesto di prodotti tipici locali.

In attesa della prossima edizione, la ventesima! Che non sarà l’ultima!

Perché:

Non ci siamo fermati. E non ci fermeremo.

     Perché:

non potevamo. Continueremo 

 

Notizie e informazioni: www.tropeaondemediterranee.it; fb Premio Poesia Tropea; gfb Tropea: Onde Mediterranee; tel. 0963.666344; (+39)329.7094134; (+39)338.6157041; (+39)347.1091443; info@tropeaondemediterranee.it

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Author: thoth sas

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.