Premio Poesia 2020 – ELENCO PREMIATI

Poesia vs Covid 19

Conclusa a Tropea la XVII edizione del Premio Internazionale di Poesia

Tropea: Onde Mediterranee

 

Annus terribilis, è scritto in apertura dell’Antologia 2020 dove sono inserite le poesie delle varie sezioni in cui si articola il Premio Internazionale di Poesia “Tropea: Onde Mediterranee”. In effetti, quello che si avvia al termine, è un anno terribile che ha bloccato quasi tutte le iniziative culturali a livello locale e nazionale. Anche l’Associazione “Tropea: Onde Mediterranee” ha sofferto di tale situazione, pur tuttavia, con enormi difficoltà e con molti sacrifici è riuscita a realizzate due manifestazioni di alto livello culturale: in marzo, Voci & Colori – Poesia Donna – XI edizione 2020 e il   Premio Internazionale di Poesia “Tropea: Onde Mediterranee” – XVII edizione 2020; inoltre, ha organizzato la Commemorazione dei morti causati dai bombardamenti su Tropea del 5 agosto 1943 ed è in preparazione il Calendario 2021 – 18 Anni di Poesia. Purtroppo ha dovuto, con somma tristezza, annullare le altre che erano già state programmate.

Per quanto riguarda il Premio:

La Commissione Esaminatrice, costituita da: dott. Gaetano Antonio Bursese – già presidente di Sezione della Corte Suprema di Cassazione – presidente; ins.  Maria Elena Garrì – insegnante scuola primaria – segretario s.d.v.; sig.ra Sara Rodolao – scrittrice e poetessa; prof. Francesco Marmorato – insegnante scuola media inferiore – giornalista – poeta; prof.ssa Giusy Staropoli – artista – insegnante scuola secondaria 1° grado; Maria Antonietta Artesi – giornalista e scrittrice, ha lavorato con molta serietà, obiettività e competenza, senza interferenze di alcun genere, rispettando i tempi e le modalità assegnati, sulle numerose liriche ed opere iscritte al Concorso che sono risultate di altissimo livello artistico confermando ancora una volta l’elevata qualità della poesia di oggi che, senza tradire le linee del passato, ricerca strade nuove d’espressione e di comunicazione.

Il Presidente, dott. Gaetano Antonio Bursese, venuto appositamente da Roma, a nome di tutti i  componenti della C. E., ha proclamato i vincitori e i finalisti per ogni singola sezione, e coloro a cui la Commissione ha assegnato una menzione speciale per motivi particolari.

Poeti vincitori e finalisti

delle diverse sezioni in cui si articola il Premio (titolo dell’opera, posizione conseguita, nome dell’autore, luogo di provenienza, motivazione):

Onda 1^ – settore A – Alunni scuola elementare

Un mostro terrificante – 1° posto – Francesco Grillo – Daffinà di Zambrone – VV

La poesia di Francesco “Un mostro terrificante” evoca attraverso la linearità  e la semplicità dei versi un anno particolare e difficile a causa di un virus, il covid 19.  Un anno in cui la vita sembra sospesa ed  il mondo  capovolto, allo stesso tempo  racconta  la forza e la determinazione come elementi indispensabili per andare avanti e non arrendersi mai.

 

Un papà ideale – 2° posto – Simone Rombolà – Brattirò di Drapia – VV

Nella poesia di Simone, cuore, mente, sentimento, emozioni, si fondono armoniosamente fra loro, per svelarci con grande impeto e forza l’amore per il proprio papà. Il padre rappresenta il suo punto di riferimento, il suo porto sicuro, il suo mondo, il suo tutto.

 

Nessuno è come te – 3° posto – Nicolò Portaro – Vibo Valentia – VV

L’autore, con versi semplici e delicati che toccano il cuore, delinea l’amore immenso,

incondizionato e profondo per la figura materna. Nicolò la eterna e la sublima con un candore

 che solo gli occhi di un bambino possiedono per la propria adorata madre.

 

Cara pace – 4° posto – Francesco Dicosta – Tropea – VV

Un donna fortissima – 5° posto – di Teresa Marafioti– Vibo Valentia – VV
Onda 1^ – settore B – Alunni scuola media inferiore

 

Per Dodò – 1° posto – Angelica Lanza – Vibo Valentia – VV

L’autrice si muove tra versi profondi e scorrevoli che fanno vibrare l’anima. Le sue parole trasfigurano il dolore che diventa amore, nel ricordo di un bambino, Domenico Gabriele, a cui sono stati sottratti tutti i sogni, ma che vive e vivrà per sempre nel ricordo di chi con dedizione e trasporto racconta la sua storia.

 

Il riflesso del mare – 2° posto – Dominique Pulicari – Brattirò di Drapia– VV

Poesia piena di carisma, diretta e ben costruita. I versi di Dominique ci rapiscono per l’atmosfera intima e delicata che riescono ad evocare, coinvolgendo il lettore con forza dirompente e travolgente. L’autore con estrema delicatezza ci avvicina alla dimensione della morte, all’anima ed agli strati energetici ad essa collegati.

 

Basta poco – 3° posto – Caterina Modafferi – Vibo Valentia – VV

Con parole semplici e ritmate l’autrice tratta una tematica complessa e difficile: la mafia. Nelle sue parole si sente il forte desiderio e la forte speranza dei giovani di vedere un’alba nuova, che profuma di legalità, giustizia e responsabilità.

 

Libertà – 4° posto – Jennifer Bava – Vibo Valentia – VV

Volare – 5° posto – Nicole Manfredini Alessia Navarra – Tropea – VV

 

Onda 1^ – settore C – Alunni scuola media superiore

Terra – 1° posto – Clelia Santese – Cosenza – CS

Emozione pura la poesia di Clelia, diretta e ben costruita. L’autrice attraverso i suoi versi ci svela sentimenti profondi, che sgorgano direttamente dal cuore e con forza dirompente trasmettono il grande amore per la propria amata terra: la Calabria. Terra di amene bellezze, ma anche terra di dolori e abbandoni, ma soprattutto Terra di forza e coraggio, di speranze e certezze, di sentimenti che ti travolgono e non ti lasciano più.

 

Coronavirus – 2° posto – Giulia De Pietro – Vibo Valentia – VV

L’autrice, in una composizione ben strutturata, con un linguaggio fluido , lineare e completo, mette a nudo le fragilità personali e collettive, sociali ed economiche di un momento di vita che ricorderemo per sempre. La malattia dovuta al coronavirus ha cambiato il mondo, giorni di vita sospesa, giorni di morte, che ridefiniscono ogni cosa. I versi di Giulia ci fanno riflettere sull’importanza dell’altro e sulla forza della cooperazione, della solidarietà, della responsabilità.

 

Non so ancora attraversare il cielo – 3° posto – Giovanna Grillo – San Giovanni di Zambrone – VV

Poesia dal ritmo incalzante che, con discrezione e pudore, vuole svegliare le coscienze e urlare al mondo le ingiustizie, le atrocità, le brutture, le sofferenze che la guerra e la cattiveria umana causano. Versi che fanno riflettere e aprono alla speranza di costruire e generare sentimenti d’amore, di generosità, di compassione, aiuto e attenzione reciproca.

 

Una rosa bianca – 4° posto – Maria Rosa Pellicanò – Reggio Calabria – RC

La mia epoca… – 5° posto – Chiara Garisto  – Mesiano di Filandari – VV

Onda 2^ – Poesia adulti

 

Eutanasia d’un ulivo – 1° posto – Serafina Foti – Reggio Calabria – RC

Poesia ben strutturata ed equilibrata. Con scrittura scorrevole l’autrice ci cattura e ci travolge con i suoi versi intrisi di un sentimento di velata tristezza che aleggia dall’inizio alla fine della lirica . Attore un maestoso albero di ulivo, testimone del tempo che passa, di momenti che segnano un’esistenza, tra gioie e dolori e poi la forza di riuscire ad andare, ad andare Oltre.

 

Negli occhi di un vecchio – 2° posto – Rocco Greco – Pizzo Calabro – VV

Il poeta associa la barca alla vita, attraverso parole che evocano immagini struggenti di vita vissuta, di quella normalità che non esiste più ma che custodiamo per sempre nel nostro cuore. La poesia di Rocco, difatti, attraverso la musicalità dei suoi versi, ha la capacità con dolcezza e delicatezza di eternare quello che non è più.

 

In quell’ombra di luce che mi siede accanto – 3° posto – Rita Muscardin –Savona – Sv

Una lirica simile ad un componimento musicale, dolcissima e armoniosa, intensa ed incisiva, dal ritmo incalzante. Un inno all’amore e alla vita. Un amore da assaporare e curare nelle piccole cose, in uno sguardo o in una carezza, in una lacrima come in un sorriso, accarezzando il sogno di un eterno noi.

 

Giochi d’un tempo – 4° posto – Licia D’Urzo – Vibo Valentia – VV

Avrò fiato – 5° posto – Cinzia Manetti – Poggibonsi – Si

Onda 3^ – Poesia in vernacolo

 

 ‘A valigia – 1° posto – Fausto Marseglia – Marano – Na

Lirismo struggente, carico di tensione emotiva, di passione e sentimento. L’autore, paragona la transizione ai preparativi di un viaggio, dove assolutamente non può mancare una valigia in cui riporre tutto ciò che riteniamo ci sia indispensabile. Ma in questo viaggio ci rendiamo conto che nulla di ciò che abbiamo accumulato può seguirci. Questo è il tempo di lasciare andare, di abbandonare ogni cosa, di svuotare la dimensione materiale e di accogliere la dimensione spirituale; questo è il momento di abbandonarsi, di rendersi disponibili e di armonizzarsi e fondersi con l’universo.

 

Nu pezzu i pani  – 2° posto – Saverio Macrì – Bovalino – RC

L’autore, in una poesia ben strutturata e musicale, ci travolge e ci catapulta dentro i ricordi di un tempo che fu. Ci fa rivivere l’estate di San Martino, ripercorrendo ogni fase del ciclo del grano, per arrivare al dono della panificazione, dove le pene ed i travagli vissuti svaniscono cedendo il posto alla gioia ed alla gratificazione di ciò che si è arrivati ad ottenere: il pane. Per comprendere la felicità di quell’attimo pensiamo che i contadini dell’800 consideravano sacro il grano e lo raffiguravano alla passione e morte di Gesù Cristo.

 

La creazione de Eva – 3° posto – Dante Marini – Campagnano di Roma – Rm

L’autore, con estrema destrezza, riunisce insieme svariate immagini fatte di plastica bellezza che si stagliano e si raffermano sulla pagina in forma di sonetto, che concentra in sé sorriso e humour che permettono una scorrevole e piacevole lettura. La dinamicità del verso dà conto della versatilità dell’autore nel ripercorrere, in forma classica e magistrale, una scena carica di significati profondi: il rapporto fra Dio e l’uomo, la materia e la spiritualità in una lingua musicale per eccellenza, il romanesco.  

 

Casi chjusi – 4° posto – Vittoria Saporito – Vena di Ionadi – VV

Intro a su silentziu de un’ateru universu  – 5° posto – Stefano Baldinu – San Pietro in Casale – Bo

Onda 4^ – Poesia edita
I palpiti dell’anima – 1° posto – Andrea Runco – Rombiolo – VV

Nella silloge “I palpiti dell’anima” di Andrea Runco , ogni poesia è un dialogo intimo che ripercorre ricordi, nostalgie, pensieri, riflessioni, attimi di vita, tutto unito da un unico filo conduttore, l’amore. Attraverso la scrittura il poeta arriva ad esplorare i territori della propria anima, mettendo a nudo tutta la sua sensibilità ed il grande amore per la bellezza e la grandezza della vita.

 

Pianto sincero – 2° posto – Carmelina Petullà – Lamezia Terme – Cz

Nell’opera “Pianto sincero”, si fondono armonicamente due espressioni artistiche diverse ma non così lontane: la poetica di Carmelina Petullà e la scultura di Rabarama. La classicità della forma poetica e la modernità delle forme scultoree si dispiegano al nostro occhio e al nostro cuore attraverso un monologo che guida la nostra anima in quel viaggio di comprensione e di apertura ai tanti problemi che affliggono la realtà.

 

Il silenzio del tempo – 3° posto – Lucia Lo Bianco – Palermo – Pa

L’autrice, con forte dinamicità di pensiero ed elevata capacità creativa, imprime nella pagina emozioni e sentimenti che danno senso e significato al suo tempo in un percorso poetico fatto di immagini e colori che accompagnano in silenzio osservazioni ed emozioni che, andando nel contingente e il personale, caratterizzano il vivere umano in una dimensione artistica che invita a riflettere e a meditare.

 

Scintille – 4° posto – Saverio Caivano – Salerno – Sa

Casale California – 5° posto – Renzo Piccoli – Bologna – Bo

Onda 5^ – Poesia d’Europa e del Mondo
Saint Mary of the Island – 1° posto – Marcella Mellea – Vibo Valentia – VV

Delicatezza e sensibilità , amore e devozione caratterizzano la lirica di Marcella Mellea. Fra i versi della poetessa l’anima del lettore che si ritrova in preghiera, come in un meraviglioso sogno sullo scoglio d’arenaria immerso fra cielo e mare, dove è venerata la Vergine Santa. Le sue parole come per incanto ci portano a godere di quelle acque limpide ed a mirare le albe e i tramonti di un luogo che sembra quasi magico: Tropea.

 

Laura – 2° posto – Francesco Tateo – Corigliano-Rossano – Cs

L’autore racconta con i suoi versi la verità di una storia. La poesia di Francesco Tateo si conferma come linfa vitale per gli animi sensibili. Con linguaggio ricercato, raffinato ed elegante esprime la disperazione ed il dolore, ed evidenzia la necessità di custodire la sacralità della vita nel ricordo di chi resta.

 

Falling leale – 3° posto – Davide Caputa – Genova – Ge

Componimento pieno di carisma, diretto e ben costruito, quello di Davide Caputa. Con parole lievi accompagna concetti profondi, appassionati, intensi, e descrizioni che toccano il cuore, facendo scaturire emozioni che fanno vibrare le corde dell’anima.

 

The chant of the broken sky – 4° posto – Elena Micali – Santa Domenica di Ricadi – VV

Spas – 5° posto – Tatjana Crnevska – Levico Terme – Tn

 

Onda 6^ – Poesia di Tropea e dei Casali
Finiu lu mbernu – 1° posto – Maurizio Pantano – San Nicolò di Ricadi – VV

La poesia di Maurizio Pantano, attraverso la voce ed il suono potente ma allo stesso modo delicato della parola, è capace di evocare, colori, umori, suoni, e ci racconta immagini e stati d’animo. Una lirica la sua che conquista e vuole custodire gli attimi fuggenti, i ricordi e le passioni, i momenti di grazia che madre natura regala a chi sa cogliere l’attimo e lo sa gelosamente custodire.

 

A bisnanna – 2° posto – Carmela Costanzo – Brattirò di Drapia – VV

L’autrice ci travolge in un turbinio di sentimenti antichi. Attraverso la dolcezza dei suoi versi ci accosta delicatamente al patrimonio più grande che si possa possedere: la figura preziosa della bisnonna, quotidiana fonte di affetto e di esperienze, di cure e di amore incondizionato. La bisnonna custode di sogni e speranze, riposo del cuore in un umile e semplice gesto, in una carezza, in un amorevole sguardo, sicurezza infinita, guida sicura e pilastro della vita.

 

A Tropea: “Costa degli Dei” – 3° posto – Franco Cuturello – Fitili di Parghelia – VV

L’autore nella musicalità dei versi , con maestria riporta lo splendore di un antico borgo di amena bellezza, descrivendolo con amore e devozione. Con sapienza ci guida attraverso i suoi occhi ed il suo cuore ad ammirarne ogni scorcio, facendo viaggiare la nostra fantasia e proiettandoci dolcemente per le vie di un paese divenuto meta ambita ed amata da tutti.

Un paese che ti prende il cuore e non lo lascia più: Tropea.

 

La mia Tropea – 4° posto – Olimpia De Vita – Tropea

Vuoto dentro il cuore – 5° posto – Isabella Tropeano – Tropea – VV

 

Tenuto conto della situazione particolare del momento, nel rispetto delle leggi antivirus emanate dal Governo e dalle altre Istituzioni, i premi conseguiti dai singoli autori saranno a loro recapitati con i mezzi più appropriati. Sarà  consegnato un attestato di benemerenza al m° Antonio Carratura, scultore, pittore e restauratore “di eccellenti qualità artistiche, per i suoi valori umani e morali, e per aver dato un’impronta profonda e indelebile all’arte e alla cultura della nostra città con originalità creativa vissuta con passione” e al prof. Saverio Di Bella, ordinario di Storia Moderna all’Università degli Studi di Messina, “per il suo impegno nello studio e nella ricerca storica indirizzati agli usi, ai costumi, alle tradizioni, ai fatti delle genti di Calabria proiettandole con le sue pubblicazioni sull’ampio scenario dove ha agito la Storia”.

 

Un ringraziamento a tutti coloro che hanno consigliato, lavorato, incoraggiato a che il Premio potesse continuare e si potessero mantenere gli impegni presi. Un ringraziamento alla Commissione Esaminatrice che ha messo molto impegno nell’esaminare e valutare le numerose opere pervenute a concorso, ai soci  e simpatizzanti, alla stampa e ai blogger che da sempre pubblicizzano l’evento, ai poeti che da ogni regione d’Italia e anche dall’estero partecipano sempre più numerosi, all’ins. Maria Elena Garrì che ha dedicato tanto tempo e molte energie.

In attesa della prossima edizione, la diciottesima! Che non sarà l’ultima!

 

Notizie sul Premio sono reperibili sul sito ufficiale: www.tropeaondemediterranee.it; su fb Premio Poesia Tropea; su gf Tropea: Onde Mediterranee; per informazioni ci si può rivolgere al Presidente, prof. Pasquale De Luca contrada Gornella n. 6 – 89861 Tropea (VV), tel. 0963.666344 – (+39)329.7094134 – (+39)340.3161630 – (+39)347.1091443; info@tropeaondemediterranee.it

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Author: thoth sas

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *