Stende il giorno la sua veste pensosa e la notte,
spegnendo i lumi senza rumore,
lascia sul mattino il suo gelido sapore.
Un fiocco di neve ha acceso nell’ombra
la bianca densità di un’orchidea:
e mi perdo io nell’immensa grazia.
Carezza il vento chiome di fanciulle
e il senso vede ombre rosse e cupe nel sopore,
tracce di silente ardore.
Anna Guzzi
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...https://www.tropeaondemediterranee.it/wordpress/wp-content/uploads/2012/11/libro.jpghttps://www.tropeaondemediterranee.it/wordpress/wp-content/uploads/2012/11/libro-150x150.jpgthoth sasPoesie
Stende il giorno la sua veste pensosa e la notte, spegnendo i lumi senza rumore, lascia sul mattino il suo gelido sapore. Un fiocco di neve ha acceso nell’ombra la bianca densità di un’orchidea: e mi perdo io nell’immensa grazia. Carezza il vento chiome di fanciulle e il senso vede ombre rosse e cupe nel sopore, tracce...