Si è appena conclusa, con la premiazione dei poeti vincitori, nella splendida e suggestiva Chiesa di Santa Chiara in Tropea, la XV edizione del Premio Internazionale di PoesiaTropea: Onde Mediterranee”.

     La Commissione Esaminatrice, costituita da: dott. Gaetano Antonio Bursese – già presidente di Sezione della Corte Suprema di Cassazione – presidente; dott. Giuseppe Meligrana – editore – segretario s.d.v.; prof. Giuseppe Lonetti  – architetto insegnante Università Mediterranea di Reggio Cal.; p. Francesco La Ruffa – dei Liguorini, parroco della Parrocchia dell’Immacolata e rettore del Santuario di san Francesco di Paola in Tropea; avv. Maria Domenica Vallone – poetessa; m° Assunta Gigantino – musicista, insegnante Scuola Media, ha lavorato con molta serietà, obiettività e competenza, senza interferenze di alcun genere, rispettando i tempi e le modalità assegnati, sulle numerose liriche ed opere iscritte al Concorso che sono risultate di alto livello artistico confermando ancora una volta l’elevata qualità della poesia di oggi che, senza tradire le linee del passato, ricerca strade nuove d’espressione e di comunicazione. Il presidente e i singoli componenti hanno consegnato i premi ai seguenti:

Poeti vincitori

delle diverse sezioni in cui si articola il Premio (titolo dell’opera, posizione conseguita, nome dell’autore, luogo di provenienza, motivazione):

Onda 1^ – settore A – Alunni scuola elementare

Aisha – 1° posto – Francesca Perrone – Daffinà di Zambrone – VV

Versi che esprimono speranza e fiducia. In Calabria, terra d’emigrazione e di accoglienza, in un mondo multiculturale, l’unica strada possibile è  il dialogo tra etnie diverse per valorizzare le diversità e promuovere l’inclusione dei migranti.

Il silenzio oltre le parole – 2° postoElena Mora – Parma – Pr

Dal testo, in brevità di parole, si evince la necessità di fare silenzio in questo assedio sonoro, ascoltare in silenzio il silenzio, abbandonarsi ad altri pensieri per favorire l’ascolto della voce del cuore. Nell’amore è condensato tutto il senso della vita.

Chi sei? – 3° posto Andreina Lo Tartaro – Daffinà di Zambrone – VV

La poesia con tono pacato propone “in fotografia” ansie e paure, del passato, del presente e del futuro di chi è immigrato in un paese dove c’è benessere e pace, dove però politici chiassosi non trovano accordo sull’ospitalità da offrire a chi ha bisogno.

Onda 1^ – settore B – Alunni scuola media inferiore

È tempo di primavera – 1° posto – Chiara Muggeri – Zambrone – VV

In una poesia, piacevolmente strutturata in immagini e versi, si vivono con intensità dolci sensazioni. La primavera è rappresentata nella fragranza fresca dei fiori, nei colori, nel suono melodioso degli uccelli e nel piacere di svegliarsi alla luce del sole.

Per i cari nonni – 2° posto – Giuseppe Kevin Nadile – San Giovanni di Zambrone – VV
Nella poesia c’è la bellezza della parola posta in piacevoli versi per dire dell’amore infinito per i nonni. C’è commozione nella strofa e nella rima, e c’è affetto verso i nonni nel ricordo di momenti lieti, o stelle brillanti su nel cielo.

 

A te… Nadia Nencioni – 3° posto – Alessandra Baldo – Vibo Valentia – VV

Poesia profondamente emozionante nel suo dire e raccontare una storia vera. Mantiene vivo il ricordo e fa riflettere sul passato, per non dimenticare le perdite umane a causa del terrorismo e della violenza che negano il valore umano della vita.

Onda 1^ – settore C – Alunni scuola media superiore

Nel gesto di una carezza – 1° posto Anna Maria Barillà – Reggio Calabria – RC

L’autrice esprime sentimenti malinconici penetrando l’animo. Il dolore devastante, il legame che si spezza; nella parte conclusiva il ricordo di un abbraccio e l’amore indissolubile di una persona cara.

 

Anime in guerra – 2° posto Giovanna Grillo – San Giovanni di Zambrone – VV

Dalla lirica, con ritmo incalzante, un conto alla rovescia, si coglie l’aspetto brutale della guerra: la sofferenza, i danni materiali e morali, i cambiamenti radicali delle persone; lacrime e dolore. Aspetti sintetizzati, poi, in “una bambola sporca di polvere e di lacrime”.

 

Il mio nome è – 3° posto Alessia Sinicropi – Reggio Calabria – RC

Poesia dall’aspetto enigmatico dove i versi si caricano di un dramma sociale che non ha un volto e non ha un nome. Essi esprimono l’amaro della rinuncia, dell’esclusione e del senso di perdita. Nome e volto si svelano alla fine: abbandono.

Onda 2^ – Poesia adulti

 Grazie, Madre – 1° posto Sabrina Galli – San Benedetto del Tronto – AP

In una lirica di ottima struttura compositiva, l’autrice proietta come in uno specchio l’immagine infinitamente amata della madre vista nello scorrere del tempo. Nelle parole dettate dal cuore c’è tutto l’amore per questa persona cara, eterna fonte di vita.

 

Il prezzo della Libertà – 2° posto Attilio Rossi – Carmagnola – To

La poesia, ben strutturata nella forma compositiva ed equilibrata in ogni suo passaggio, con una scrittura scorrevole, piacevole e ben temperata nei contenuti, è un ritorno al passato in una proiezione nel futuro con l’esortazione a difendere sempre la libertà.

 

Chimere – 3° posto Angelo Console – Scalea – Cs

Lirica impregnata di ricordi e nostalgia, dove l’autore, nella musicalità dei versi, ripercorre momenti felici vissuti nel passato e li riporta con l’immaginazione nel presente. Un sentimento di velata tristezza aleggia dall’inizio alla fine, per chiudere, poi, con una certezza e una  speranza.

Onda 3^ – Poesia in vernacolo

Fimmina calabbrisa – 1° posto Flavia Bruzzese – Cittanova – RC                                               

L’autrice, supportata da ottime capacità tecniche e compositive, nella musicalità del verso proietta la parola sulla triste realtà vissuta dalla donna che vede calpestata la dignità di chi si trova in situazioni di disagio e sfavorevoli. È la voce di una ragazza, Teresina, in età da marito, che difende la donna nel suo decoro, nella sua identità.

 

A lingua – 2° posto Antonio Mercadante – San Costantino Calabro – VV

La lingua: uno strumento volto al bene o al male, di salvezza o di perdizione. L’uomo, spinto da impulsi e sentimenti momentanei, utilizza la parola in modo sbagliato, fuori dalle regole, per cui è  necessaria l’opera dell’unico, vero potatore: Dio, che metta ordine e lo porti alla redenzione.

 

Figghja – 3° postoSaverio Macrì – Bovalino – RC

L’autore, in una lirica ben articolata e senza ridondanza di parola, pone al centro dell’attenzione un argomento molto complesso: il rapporto fra genitori e figli, in una società liquida in continua evoluzione. Con delicatezza entra nell’animo umano, dà consigli, suggerimenti, senza interferire mai con forza o con comandi sulle scelte della nuova generazione. 

Onda 4^ – Poesia edita

Tra cielo e terra – 1° posto Michele Barillaro – Palmi – RC

L’opera, in un susseguirsi si sentimenti ed emozioni, esprime, in un crescendo di intensità poetica, un forte attaccamento ai valori spirituali della vita, facendo capire fin da subito la perfezione stilistica dell’autore che, sulla scia della poesia moderna, in libertà di versi, ci offre uno spaccato della propria anima che lascia intravvedere la grandezza dell’uomo, l’impegno civile e la fede in Dio.  

 

Dentro me stesso – 2° posto Renato Di Pane – Messina – Me

In un volumetto agile e dinamico l’autore realizza un viaggio nell’anima in un percorso d’amore intimo e intenso. Attento al significato della parola, costruisce, con perfezione di stile, con lo sguardo alla poetica attuale, in libertà espressiva, un iter esistenziale cosparso di emozioni e sentimenti portati alla luce con purezza e candore in versi, che si annodano, con argomenti diversi, ai sogni e alla realtà. 

 

L’oro del giorno – 3° posto Giuliana Di Gaetano Capizzi –  Sutri – Vt

Un sottile filo di tristezza passa da un verso all’altro in una dimensione sonora che abbraccia, con intensità poetica, la storia sconvolgente e travolgente, in una nostalgia strozzata dal ricordo vissuto nella quotidianità dell’oggi in altra realtà. E la parola si staglia indelebile sulla pagina come epigrafe su lapide, a volte isolata sul rigo, a volte planante verso mete lontane. Poesia su cui riflettere e meditare.  

Onda 5^ – Poesia d’Europa e del Mondo

¡Ah nuestro Pais! – 1° posto Domenica Milena Arcuri Rossi – Lestizza – Ud

L’autrice con versi armoniosi, ben calibrati e ordinati, ci porta a contemplare la bellezza della nostra  terra, l’Italia, lasciandoci estasiati di fronte a tanta meraviglia dove arte, cultura, tradizioni, natura si mescolano insieme come i colori nel quadro di un pittore.

 

In the memory reserve! – 2° posto Maria Vittoria Massimo – Montreal – Quebec – Canada

Non bisogna cancellare i ricordi dalla memoria, questo è il messaggio che la poetessa, con semplicità di parola e di composizione, ci dà in una lirica scorrevole e ben assemblata, dove si evince l’importanza di tenere con sé i ricordi, tutti quanti, lasciarli vivere con sé e riprenderli per riabbracciare vecchie emozioni.  

 

Πεрιμενε με – 3° posto Calliope Michalolia Iannelli – Atene – Grecia

Lirica breve e incisiva. La parola assume un alto significato che incide nella pagina sentimenti spesso nascosti nell’animo umano. In un grido chiaro e forte c’è un grande amore che si coniuga con gli elementi della natura in un’ansia di emozioni. 
 

Onda 6^ – Poesia 15

Addiu o ‘ziu Micu u Musicandi – 1° posto Giuseppe Durante – Vibo Valentia – VV

Nella musicalità dei versi, favorita dall’utilizzo sagace dell’idioma materno, traspaiono affetti ed emozioni nel ricordo piacevole di fatti, di luoghi e di persone rivisti nella quotidianità dei gesti che rivivono con piacere e nostalgia in questa lirica ben composta, scorrevole e ordinata.

 

Non ti nominu ca e’ megghju – 2° posto Michele Celano – Sant’Angelo di Drapia – VV

L’autore utilizza con maestria la tecnica compositiva e la parola, creando una composizione bella, piacevole e originale, dove lo sberleffo, la facezia e la satira rendono il contenuto simpatico e divertente. Ciò mette di buon umore il lettore che va spontaneamente al riso.

 

Vita i pensionatu  – 3° posto Francesco Fiamingo – Zungri – VV

L’autore focalizza l’attenzione su un momento importante della vita: il tempo da vivere in pensione. La poesia, dove i versi scorrono con ritmo lento o incalzante, sottolinea, con veracità d’immagini, il dramma esistenziale visto nell’innegabile realtà dei fatti. 

 

     A conclusione della manifestazione, egregiamente condotta da Geraldyne Caracciolo e Marcella Davola, durante la quale da bravi lettori (Francesco Saverio Rombolà, Elena Micali e Arsen Zapukhla, quest’ultimo vera rivelazione della serata) sono state declamate le poesie vincitrici su musiche scelte da Elena Garrì che ha fatto scorrere immagini del passato, dal presidente dell’Associazione, prof. Pasquale De Luca, scrittore e poeta, è stato consegnato un attestato di benemerenza al m° Antonio Laureana musicista “per aver fatto rinascere in Tropea l’amore per la lirica e per la musica classica con particolare passione e continuità d’impegno contribuendo alla crescita umana e culturale della città”.

     Nel suo intervento il Presidente dell’Associazione ha ricordato i grandi poeti tropeani da poco scomparsi: Franco Aquilino e Carmine Macchione che hanno scritto una bella pagina nella poesia contemporanea, e gli artisti Antonino Iaria, pittore di grande rilievo da poco deceduto, e Giuseppe Vitetta, decano dei pittori tropeani, vivente.

     L’intera manifestazione, con numeroso pubblico attento e qualificato, è stata allietata dai colori degli artisti di Calabria, affermati pittori (Italo Cosenza – Fortunato Costa – Calliope Michalolia Iannelli – Francesco Naccari – Marta Scaringi – Silvana Dell’Ordine che ha curato la scenografia), i quali hanno esposto in sala  i loro quadri, e dalle incantevoli musiche eseguite con la chitarra dal giovanissimo musicista Andrea Cuturello molto apprezzate dal pubblico.

     Un ringraziamento a tutti coloro che hanno contribuito alla buona riuscita dell’evento, ai giornalisti presenti in sala che hanno seguito ogni fase dell’evento, e ai poeti che da ogni regione d’Italia partecipano sempre più numerosi. In attesa della prossima edizione, la sedicesima!

     Notizie sul Premio sono reperibili sul sito ufficiale: www.tropeaondemediterranee.it; su fb Premio Poesia Tropea; su gf Tropea: Onde Mediterranee; per informazioni ci si può rivolgere al Presidente, prof. Pasquale De Luca contrada Gornella n. 6 – 89861 Tropea (VV), tel. 0963.666344 – (+39)329.7094134 – (+39)338.6157041; info@tropeaondemediterranee.it

thoth sasPremio Internazionale di Poesia

     Si è appena conclusa, con la premiazione dei poeti vincitori, nella splendida e suggestiva Chiesa di Santa Chiara in Tropea, la XV edizione del Premio Internazionale di Poesia “Tropea: Onde Mediterranee”.      La Commissione Esaminatrice, costituita da: dott. Gaetano Antonio Bursese – già presidente di Sezione della Corte Suprema...